Bertomeu: Stagione sospesa almeno sino all’11 aprile ma volontà è di portarla a termine

Bertomeu: Stagione sospesa almeno sino all’11 aprile ma volontà è di portarla a termine

Le parole del CEO della EuroLeague

Jordi Bertomeu, CEO di EuroLeague, ha scritto una lettera aperta ai tifosi dopo l’annuncio della sospensione della stagione.

Nella lettera Bertomeu scrive che la stagione è da ritenersi sospesa almeno sino all’11 aprile prossimo ma che la volontà della EuroLeague è di completarla.

 

Cari appassionati,

voglio ringraziarvi tutti per la passione e la costanza con cui avete seguito la EuroLeague nella più complicata situazione che abbiamo vissuto nei nostri 20 anni di storia,

Fin dal primo momento in cui il COVID-19 è arrivato in Europa, abbiamo affrontato la questione con ma massima serietà e scrupolo seguendo le istruzioni dei governi nazionali e regionali oltre che della più rilevanti autorità mondiali. Questo ci ha obbligato a prendere decisioni impopolari come giocare partite a porte chiuse o in campo neutro danneggiando il più prezioso dei nostro tesori, ovvero i tifosi, fino all’escalation finale che ci ha costretto a sospendere temporaneamente le nostre competizioni, per proteggere i partecipanti, i tifosi e contribuire con il nostro impegno a combattere questa pandemia globale e a farlo tutti insieme.

Le nostre partite sono da ritenersi sospese almeno fino all’11 aprile, 2020, per quanto continueremo a impegnarci per garantire un finale che sia all’altezza di una stagione eccezionale.

Se questa situazione ha portato qualcosa di buono, è solo l’ulteriore prova che la famiglia della EuroLeague Basketball è un’unica comunità nella quale tutti i suoi membri sono orgogliosi di appartenere.

Continueremo a garantirvi contenuti riguardanti la nostra competizione attraverso euroleague.net e le altre piattaforme mediatiche, dove troverete ulteriori aggiornamenti sulla situazione del COVID-19. Lavoreremo insieme ai nostri partner per soddisfare i nostri tifosi che vivono una situazione inusuale.

Speriamo di poter “vincere” e che le competizioni possano ripartire presto. EuroLeague Basketball continuerà a osservare la situazione quotidianamente, insieme ai nostri responsabili medici e agli esperti di salute pubblica per assicurarci che questo possa accedere quando gli ambienti saranno sicuri. Nel frattempo incoraggiamo tutti a seguire tutte le misure cautelari suggerite dalle autorità e dalla World Health Organization per prevenire la diffusione del virus nel miglior modo possibile.

Jordi Bertomeu
Presidente & CEO
Euroleague Basketball

Fonte: EuroLeague.

Commenta