L’Umana lotta ma non basta, il big match va a Tenerife, 65-72

Foto: FIBA

Foto: FIBA

L'Umana ingaggia battaglia per 40 minuti ma è Tenerife a passare nel finale trascinata da McFadden

Tenerife sbanca il Taliercio e vince il big match del girone B di BCL. Gara molto equilibrata con vantaggi minimi da entrambe le parti, nel finale fondamentale una giocata di Abromaitis che cambia l’inerzia della sfida. Decisivo tra gli spagnoli l’impatto di McFadden, non bastano a Venezia le fiammate di Haynes.

LA GARA
Gara subito molto intensa, primo squillo di Bramos a cui risponde San Miguel, 8-5 dopo la tripla di Haynes. Grande equilibrio sul parquet, si sblocca Watt ma McFadden risponde con un gioco da 4 punti, 13 pari. Salgono di colpi gli attacchi, Tonut colpisce dall’angolo, Staiger e Saiz portano avanti gli spagnoli, 18-20. Mini strappo orogranata in apertura di secondo periodo, Biligha ed Haynes regalano il più 5 ai padroni di casa, 25-20. Immediata la risposta di Tenerife che sfrutta le incursioni di Brussino, l’argentino mette anche un siluro frontale per il meno 1, 30-29. Si ferma l’attacco Umana che fatica a battere la difesa aggressiva sul perimetro dell’Iberostar, Iverson sigla il sorpasso, 30-31. Momento difficile per la Reyer con gli uomini di coach Vidorreta che lavorano bene in area colorata, il buzzer beater di Beiran regala un inatteso più 8 agli ospiti all’intervallo, 32-40. Molti errori anche dopo la pausa lunga con gli ospiti che però non scappano, rabbioso tentativo di recupero dei lagunari che rientrano a meno 3, 39-42. E’una Reyer da battaglia che sale di colpi in difesa, i raddoppi velenosi di Stone regalano buone transizioni, ancora Haynes colpisce, 44-42. Gli spagnoli si affidano all’estro di McFadden, non mancano energia e cuore a Venezia che resta avanti alla penultima sirena, 52-47. Ancora una volta reazione dell’Iberostar che piazza un 8-0 in avvio di ultima frazione, la tripla frontale di Gillet per il più 2 ospite, 52-54. Non mollano gli uomini di coach De Raffaele, una splendida penetrazione di Tonut fa esplodere il Taliercio, 57-55. McFadden è un autentico demonio, la gara sembra senza padroni, altro strappo Tenerife, 57-62 al 35′. Resta aggrappata alla sfida l’Umana, 4 punti di Bramos nel nuovo recupero orogranata, 65 pari al 38′. Abromaitis fa la giocata che può dare la svolta, 2+1 da rimbalzo d’attacco, non fortunato Haynes con due conclusioni beffate dal ferro, 65-70. L’ultimo assalto di Stone finisce sul ferro e gli spagnoli chiudono dalla linea della carità, 

UMANA VENEZIA: Haynes 19, Watt 11, Bramos 9
IBEROSTAR TENERIFE: McFadden 21, Iverson 10, Beiran e Brussino 8

Commenta