Avellino lotta ma si arrende alla sfortuna: vince Murcia 57-63

Avellino lotta ma si arrende alla sfortuna: vince Murcia 57-63

L'UCAM passa al Del Mauro contro una Sidigas priva di Green e Nichols

Si ferma a quota sette la striscia di vittorie di fila della Sidigas Avellino che si arrende alla capolista del gruppo A di Champions, l’UCAM Murcia, col punteggio di 57-63. Senza Caleb Green, tenuto a riposo per un un affaticamento muscolare, la Sidigas ha dovuto fare a meno anche di Demetris Nichols nel secondo tempo per un infortunio alla caviglia. Dopo essere stati anche sotto di dieci, gli irpini nel finale sono tornati fino al -1 (57-58) prima di crollare negli ultimi due minuti. Murcia consolida la leadership nel girone, Avellino rimane al secondo posto, in compagnia del Banvit.

Cronaca. C’è D’Ercole in quintetto per coach Vucinic, con Nichols dirottato in ala grande vista l’assenza di Green. Doyle e Sykes si fanno subito notare con un paio di giocate personali ma a firmare il +4 Avellino sul 10-6 è Filloy al 4′. Risponde subito Murcia con Kloof e Tumba, 5-0 di parziale e 10-11 per gli spagnoli al 5′. Gli attacchi si raffreddano e Avellino si ritrova a fare i conti con i due falli di Filloy. Radoncic da oltre l’arco firma il +4 UCAM, prima che Campani e Booker fissino il 16-21 dopo i primi 10′. Sykes e Campani riportano sotto la Sidigas (20-21 al 12′) e coach Juarez ferma tutto con un time-out. Murcia e Avellino si alternano sul +1, ma sono le difese a farla da padrone. D’Ercole al 17′ firma la parità a quota 27, ma il +3 (30-27) lo firma Young dal post con 2’40” sul cronometro del primo tempo. Il terzo fallo di Filloy non è una buona notizia per una Sidigas già in emergenza; Murcia prova ad approfittarne e con la tripla di Rojas sulla sirena fissa il 32-32 al termine dei primi venti minuti.

Al rientro dall’intervallo lungo arriva un’altra tegola per la Sidigas, con Nichols che è costretto ad uscire per un problema alla caviglia destra. Si continua a segnare poco e quattro punti di fila di Doyle valgono il 34-38 al 24′. Avellino arranca ma non molla con Sykes che prova a tenere a contatto gli irpini. Qualche palla persa di troppo però consente a Murcia di trovare spazio in transizione: Rudez con due triple consecutive firma il +7 (38-45) e costringe Vucinic al time-out. Doyle però punisce ancora da oltre l’arco la Sidigas ed è fuga Murcia sul 38-48 al 27′. Campani prova a sbloccare i suoi con i liberi del -8, ma è Mitrovic a far entrare le due squadre negli ultimi dieci minuti sul 40-50. Sykes e Filloy riportano Avellino sul -6 in apertura di ultimo periodo (44-50). Cala l’intensità di Murcia e Campogrande ne approfitta per rubare palla e mettere in contropiede il canestro del 48-52 al 33′. Coach Juarez chiama time-out e l’UCAM risponde con un 4-0 di parziale per il nuovo +8 ospite (48-56). Un due più uno di Filloy cale il 53-58 a 4’50” dalla fine; Young lo segue a ruota e con due canestri di fila riporta Avellino sul -1 (57-58) con 3’40” da giocare. La Sidigas non trova il canestro del sorpasso in due occasioni e Rudez la punisce a 1’40” dal termine con la tripla del 57-61. Due liberi discutibili assegnati a Rojas di fatto chiudono il match con 50” del cronometro. Murcia passa ad Avellino 57-63.

[pb-game id=”406487″]

Commenta