Basile: “Teodosic è forte ma non è Danilovic”

Basile: “Teodosic è forte ma non è Danilovic”

L’ex capitano Fortitudo parla a ruota libera della Serie A e delle due bolognesi al Corriere dello Sport.

Lunga intervista al Corriere dello Sport per Gianluca Basile, alla vigilia della sfida affascinante tra Fortitudo e Treviso. L’ex guardia azzurra ha parlato a ruota libera dell’avvio dele due bolognesi.

Su Fortitudo-Treviso: “È un bene per tutto il movimento che due piazze storiche siano tornate in Serie A dopo molti anni di calvario, anche se per tornare agli antichi fasti bisognerà aspettare ancora un po’ di tempo”.

Su Milos Teodosic e una domanda sull’essere forte come Myers o Danilovic: “Con tutto il rispetto, Teodosic è bravo, ma è azzardato paragonarlo a campioni come Myers e Danilovic. A parte il ruolo diverso, Milos è un play, Carlton era una guardia e Sasha una guardia ala, il Danilovic dei tempi d’oro è imparagonabile a Teodosic”

Su Stefano Mancinelli: “A 36 anni un giocatore non è vecchio. Io a 35 ho giocato e vinto una finale di EuroLeague con il Barcellona contro l’Olympiakos. Avevo parlato con Mancio alla fine della scorsa stagione, dopo la promozione in Serie A, gli avevo fatto i complimenti e consigliato di smettere. Lui non mi ha neanche risposto, è stato un siparietto simpatico: ha fatto bene a continuare”.

Fonte: Corriere dello Sport.

Commenta