Baraldi: Pino non aveva più la squadra in mano, per Djordjevic più un ruolo da direttore tecnico

Baraldi: Pino non aveva più la squadra in mano, per Djordjevic più un ruolo da direttore tecnico

Il dirigente di Virtus Segafredo Bologna: E mi fa piacere rilevare che Martelli aveva fatto scelte giuste

Luca Baraldi, dirigente Virtus Segafredo Bologna, ha rilasciato una lunga intervista a Walter Fuochi di La Repubblica.

SUL CAMBIO DI COACH

«Conservo la massima stima umana di Sacripanti e Martelli, cui oggi va data una bella parte del merito per questa conquista. Cambiare coach s’è però rivelato giusto: Pino non aveva la squadra in mano. E mi fa piacere rilevare che Martelli aveva fatto scelte giuste, sugli uomini e sui giocatori. Avevamo pure strabattuto Milano».

SUL MILIONE DI PREMIO CHAMPIONS

«Tutto già previsto sui contratti, non una fetta larga. Questa somma è invece una boccata di ossigeno che riequilibra i conti della Virtus, fin qui finanziata esclusivamente da Zanetti. Al 30 giugno, salvo ammortamenti, la Virtus non avrà i conti in rosso».

SUL RUOLO DI DJORDJEVIC

«Sarà più che un coach un direttore tecnico, alla Ferguson».

Commenta