Awudu Abass, Michele Vitali e Pietro Aradori parlano dopo la sconfitta contro la Lituania

Awudu Abass, Michele Vitali e Pietro Aradori parlano dopo la sconfitta contro la Lituania

Le parole di tre Azzurri dopo il Ko contro la Lituania

Awudu Bass.

Non è andata come volevamo. Abbiamo iniziato un po’ così i primi due quarti. Abbiamo provato a rientrare ma non è bastato. E’ stata una piccola esperienza che ci servirà. Lato positivo? Abbiamo perso, non credo ci siano lati positivi.

Michele Vitali.

Loro sono stati più energici di noi almeno all’inizio. Era una partita a cui tenevamo ed in cui non abbiamo voluto sbragare. Abbiamo provato a ritornare sotto sino alla fine e mettere quella energia che è mancato.  Loro hanno meritato ma noi non siamo venuti qui per giochicchiarla. Potevamo portarla a casa, non era facile. Abbiamo fatto comunque un buon risultato che non era scontato dato che sono rimaste fuori tante nazionali importanti.  Siamo molto contenti per questo. L’obiettivo era il Mondiale, ora godiamocelo. Io ho cercato di farmi trovare pronto. Per me questa maglia è il massimo. Ed ogni volta che il coach mi chiama, anche in allenamento, io provo a dare tutto. Questa è l’unica cosa che conta. A prescindere dai punti è la voglia che non deve mai mancare. Cina? Sogno di andare, come tutti. La grande concorrenza è bella, è bello avere queste sfide e fare di tutto per provare a vincerle.

Pietro Aradori.

Abbiamo provato a fare la nostra partita. Abbiamo messo dentro giocatori non convocati contro l’Ungheria. Hanno giocato un po’ tutti. Abbiamo cercato di stare in partita. E’ mancata la fisicità. Non avevamo lunghi per contrastare i loro corpi sotto canestro. Abbiamo fatto fatica in questo. Si era messa un po’ male ma siamo riusciti a tenere uno scarto di 13 punti. Ampliando lo sguardo, è stato un bel percorso. Abbiamo fatto un anno e mezzo di belle partite. La qualificazione ci rende orgogliosi. Concorrenza? La vivo in maniera tranquilla. E’ comunque lunga, ci sono tante situazioni da vedere. Intanto ci siamo portati a casa questa qualificazione. Vedremo tra qualche mese cosa viene fuori.

Commenta