Avellino c’è e sorprende una spenta Milano, successo Sidigas 82-74

Avellino c’è e sorprende una spenta Milano, successo Sidigas 82-74

Un'ottima Scandone approccia al meglio la serie playoff contro la capolista, vittoria al Forum ed 1-0 nella serie contro l'Olimpia

Al via i playoff 2018/19 di LBA, i campioni d’Italia dell’Olimpia Milano ospitano la Sidigas Avellino, priva di Green, nella prima gara della serie di quarti di finale.

Harper dall’arco ed un Patrick Young ostico sotto canestro mettono in difficoltà Milano nei primi possessi. Del match. Tarzcewski trova il varco giusto ed inchioda, Avellino si aggrappa ai rimbalzi d’attacco ma finalizza a fatica e così Micov punisce, 5-3 Olimpia con pronta risposta di Udanoh. Nunnally prova a sfruttare il fisico spalle a canestro, il Serbo non fallisce da lontano ma gli ospiti mantengono un minimo vantaggio, 10-8 a metà primo periodo. L’ex di giornata regala il sorpasso con 4 punti in fila, Jeff Brooks si appoggia al ferro e la panchina di Avellino è costretta a chiamare timeout, 8-0 aperto per l’AX. Vlado Micov continua a spiegare pallacanestro, l’Olimpia aumenta l’intensità in difesa e gli avversari fanno fatica a trovare il canestro, 20-13 dopo dieci minuti di gioco.
Keifer Sykes e Filloy sbloccano la Scandone che rientra ad un punto di svantaggio, Silins dall’angolo segna il 22-24 ma James Nunnally risponde per riportare avanti i suoi. Milano è contratta in attacco, Della Valle ruba e serve l’assist per Kuzminskas ma la squadra di casa perde un giro in difesa, con il comodo layup di Sykes del 27-28. Udanoh corregge a rimbalzo per il +3, Pianigiani ferma la sfida ma al rientro sul parquet le cose non migliorano, con Campogrande a realizzare il 33-27. L’ala Lituana prova a ridurre lo svantaggio, Avellino colleziona tap-in e rimbalzi offensivi riuscendo a chiudere avanti 39-33 a metà partita.

Udanoh in schiacciata solitaria inaugura il secondo tempo, Kaleb Tarczewski non ci sta ma con la giocata da 3 punti di Harper è +8 ospite al 22’. L’Olimpia manca un paio di buoni tiri, trova soluzioni solamente con il suo lungo ma dall’altra parte si scatena Sykes: canestro, tripla con libero aggiuntivo e 50-38 per la Sidigas. Brooks prova a scuotere Milano con il tap-in, Micov concretizza il contropiede e con il successivo canestro prova a ridare energia ai campioni d’Italia, ora con un solo possesso da recuperare grazie alla spettacolare schiacciata di Curtis Jerrells che fa esplodere il Forum. Keifer Sykes non si ferma più, Ndiaye ha la meglio a rimbalzo e dopo 3 errori in attacco coach Pianigiani si convince e chiama timeout, 47-55 con tre minuti da giocare nel terzo quarto. Ike Udanoh buca la difesa e schiaccia comodamente, Nunnally non riesce a ritrovare il giusto ritmo in attacco e con Filloy è Avellino a tentare la nuova fuga, +12 prima della bella penetrazione di Burns. L’Olimpia sbaglia troppo dall’arco nonostante la buona qualità dei tiri costruiti, Silins spreca due volte e Vlado Micov punisce sulla sirena: 52-59 ad un quarto dalla fine.
Jerrells con due canestri in un amen riporta subito la squadra a contatto, Luca Campogrande fa tutto da solo con rimbalzo in attacco e tripla ed Avellino torna lontana con la tripla di Ojars Silins, approfittando di una Milano che non riesce a piazzare il break per consolidare la rimonta. La giocata da 3 punti di Micov vale il 60-65, il Lettone punisce ancora, lasciato colpevolmente solo oltre l’arco, ma l’Olimpia prova a restare in scia con l’alley-oop per Tarczewski ed i punti dalla lunetta. Jerrells manca il pareggio, il centro di casa si lascia scappare un rimbalzo dalle mani che costa caro ai bianco-rossi, con reverse e libero aggiuntivo a segno per Udanoh. Filloy incrementa con i liberi dopo l’infrazione di 24 secondi avversaria, Micov inizia ad accusare un po’ di stanchezza e così la squadra prova ad affidarsi a Jerrells, prontamente respinto da un altro canestro dell’italo-argentino. Ndiaye schiaccia il 77-69, Micov realizza da 3 con la sfida che entra nell’ultimo minuto di gioco. Udanoh vola in cielo, inchioda subendo fallo e chiude di fatto le speranze Milanesi, +8 a 47 secondi dal termine. Avellino recupera palla, sorprende l’Olimpia a domicilio 82-74 e con una gara davvero solida guadagna il vantaggio nella serie e ribalta il fattore campo contro la capolista Olimpia, sofferente a rimbalzo e poco produttiva in attacco in questo inizio di postseason.

[pb-game id=”415506″]

Commenta