Avellino, sequestro da 97 milioni di euro per Gianandrea De Cesare

Avellino, sequestro da 97 milioni di euro per Gianandrea De Cesare

Stamattina l’azione della Guardia di Finanza, tra i beni sequestrati ci sarebbero anche l’Avellino calcio e la Scandone Basket.

Nuovo capitolo del caso Avellino. Stamattina la Guardia di Finanza di Avellino ha proceduto al sequestro di beni dal valore di 97 milioni di euro a Gianandrea De Cesare, nell’ambito dell’inchiesta sulla Sidigas di cui è amministratore unico.

Secondo l’edizione napoletana de La Repubblica, tra i beni confiscati ci sarebbero anche le due società sportive di proprietà di De Cesare, l’Avellino Calcio e la Scandone Basket.

Secondo gli investigatori, il gruppo Sidigas avrebbe scelto, da numerosi anni, di ‘finanziarsi’ mediante il sistematico omesso versamento dei debiti tributari periodicamente liquidati e dichiarati dal gruppo stesso e afferenti accertamenti tributari degli Uffici o imposte (dirette, accise). Parte di queste risorse sarebbero quindi state reimmesse nel circuito imprenditoriale del gruppo De Cesare, tra cui le due società sportive.

Fonte: La Repubblica.

Commenta