Attilio Caja: “Partita praticamente perfetta, limitata Venezia nel loro tiro da tre punti”

Attilio Caja: “Partita praticamente perfetta, limitata Venezia nel loro tiro da tre punti”

Il coach biancorosso rassicura sulle condizioni di Archie: "Solo una contusione, nulla di particolare"

Attilio Caja, coach della Openjobmetis Varese, plaude ancora una volta i suoi  giocatori al termine di una gara praticamente perfetta, come detto proprio dal coach biancorosso: “Avevo detto che c’era bisogno di un’impresa sportiva, della partita perfetta e devo dire che l’abbiamo fatta. L’unico neo è stata qualche palla persa nel finale, 17 perse non sono poche visto che otto sono arrivate negli ultimi dieci minuti. Ma abbiamo fatto una grande partita, soprattutto difensiva, e si può davvero chiudere un occhio. Un dato su tutti, abbiamo tenuto Venezia al 29% nel tiro da tre punti, loro che sono la miglior squadra in questo fondamentale. Per questo a tutti va dato merito perché tutti hanno messo il loro mattone. È stata una partita solida da parte nostra, anche nei rimbalzi che non sono mai frutto del caso ma il coronamento del lavoro di squadra”.

Sulle condizioni di Dominique Archie il tecnico non fa drammi: “Sembra solo una contusione all’anca e nulla di particolare. Avramovic? Si è toccato un po’la coscia, ma è un ragazzo giovane e che ogni tanto fa un po’di teatro. Ma quando fa partite del genere glielo concediamo”.

E ora un finale di stagione caldo. Con Masnago che può essere un fattore. “Da settimana prossima inizierà un vero e proprio tour de force, siamo in due competizioni e vogliamo arrivare più avanti possibile in entrambe. Se poi saremo tra le prime otto in campionato faremo grande festa. Masnago? Ci troviamo bene a giocare qui e direi che si vede, la gente partecipa e la squadra sente questo. Tanta gente anche in Coppa? Noi più di così non possiamo fare, siamo contenti per la gente che decide di venire di partita in partita e vogliamo gratificare la loro presenza con partite come questa”.

Commenta