Attilio Caja: ‘La posta in palio diventa sempre più importante’

Attilio Caja: ‘La posta in palio diventa sempre più importante’

Il coach di Varese presenta la sfida contro Brindisi

Ecco il commento di coach Attilio Caja in vista di Happy Casa Brindisi-Pallacanestro Openjobmetis Varese:

«In ogni partita nel finale di stagione l’asticella si alza sempre di più perché la posta in palio diventa ancora più importante ed ogni squadra ha dei grandi obiettivi, chi da una parte e chi dall’altra. Vogliamo chiudere questa settimana, iniziata contro Cremona e proseguita con il match contro Ostenda, nel miglior modo possibile, sapendo che domenica affronteremo una partita molto difficile, perché Brindisi sta disputando una stagione di alto livello culminata con il raggiungimento della finale di Coppa Italia, traguardo per cui dobbiamo fare i complimenti a coach Vitucci ed ai suoi ragazzi. La Happy Casa è una squadra con grande atletismo e dinamicità; attorno a due leader come Banks e Chappell, hanno trovato giocatori interessanti come Brown, lungo atipico difficile da marcare, Gaffney, ala di esperienza che non si fa notare tanto nei numeri ma capace di fare sempre la cosa giusta al momento giusto, e poi Moraschini, esploso proprio quest’anno per merito della società che l’ha scelto, dell’allenatore che lo mette nelle condizioni ideali per esprimersi al meglio e, soprattutto, per meriti suoi che è stato bravissimo a sfruttare l’occasione. Per avere buone possibilità di uscire vincenti dal PalaPentassuglia, dovremo ripetere le cose positive fatte ad Ostenda, soprattutto nel primo tempo: controllare il ritmo del gioco e limitare le palle perse per non permettere agli avversari di giocare tante palle in campo aperto. Riuscendo a fare bene in attacco, in automatico riusciremo a fare bene anche in difesa».

Commenta