#AskPecchia: il giocatore di Cantù risponde alle domande dei tifosi

#AskPecchia: il giocatore di Cantù risponde alle domande dei tifosi

Andrea Pecchia, il protagonista social della giornata odierna

Dopo qualche settimana di stop, sulla pagina ufficiale Instagram di Pallacanestro Cantù, è tornata la rubrica dedicata a domande e curiosità dei tifosi, che permette loro di conoscere più a fondo gli atleti della S.Bernardo-Cinelandia. Andrea Pecchia, il protagonista social della giornata odierna.

 

Dieci domande, dieci risposte, di seguito il resoconto dell’#AskPecchia:

 

Domanda di @tommasoborghi_
Cosa pensi dell’annata canturina, dello staff, dei compagni e dei tifosi?

«La mia prima stagione a Cantù, in Serie A, la reputo positiva. Sono abbastanza soddisfatto. Ho avuto la possibilità e la fortuna di lavorare con uno staff tecnico di livello, con dei compagni super e di conoscere un pubblico incredibile».

 

Domanda di @yuri.c2004
Quali sensazioni hai avuto quando avete vinto il derby contro Milano?

«Vincere il derby contro Milano al Forum è stata un’emozione unica, incredibile. La reputo la partita più bella ed emozionante di questa stagione. Anche perché, come mi hanno sempre insegnato, “il derby non si gioca, si vince”».

 

Domanda di @ciofiluca
Quale aspetto del tuo gioco pensi sia maggiormente da migliorare?

«Sto lavorando sul tiro da tre punti perché, statistiche alla mano, è quello in cui faccio più fatica».

 

Domanda di @aalessandro.russo
Cosa vuol dire vestire la maglia di Cantù?

«Vestire la maglia di Cantù, oltre a essere un’occasione, è una responsabilità molto importante perché vai a rappresentare un’intera città che vive di pallacanestro e una società con una grande storia a livello italiano ed europeo. È bello e stimolante».

 

Domanda di @lore3m
Come livello tecnico è superiore l’EuroLeague o la NBA?

«È una bella domanda, a cui penso servano più secondi per rispondere. Dovendo farlo, però, in maniera molto rapida e secca, dico l’EuroLeague, che a mio parere ha un livello tecnico un po’ più alto».

 

Domanda di @_salvio25_
Miglior film sul basket?

«Non ne dico uno in particolare ma ben due: Space Jam e Coach Carter».

 

Domanda di @stefanolorini
A che età hai fatto la prima schiacciata? E la prima tripla?

«La mia prima schiacciata l’ho fatta a quindici anni, durante un torneo in Francia quando ero all’Olimpia Milano. Non ricordo, invece, a quando risalga la mia prima tripla».

 

Domanda di @tommybellarosa10
Mi dai un consiglio per arrivare in alto?

«Bisogna fare molti sacrifici, si deve lavorare tanto tecnicamente, fisicamente e, soprattutto, mentalmente: la testa è la parte più importante nella pallacanestro. Inoltre, non bisogna mai abbattersi nei momenti di difficoltà perché, alla fine, il lavoro duro paga sempre».

 

Domanda di @_.albeee._
La tua miglior performance?

«Una delle migliori gare che ho giocato è stata lo scorso anno quando vestivo la maglia di Treviglio, il derby di andata contro Bergamo, fu una partita incredibile» (Treviglio-Bergamo 85-81 del 25/10/2018, Pecchia chiuse con 28 punti, 6 rimbalzi e 3 assist, per 39 di valutazione; ndr).

Domanda di @gio_galimberti
Quanto è stato importante per te coach Adriano Vertemati?

«Coach Vertemati è stato fondamentale nel mio percorso di crescita, a lui devo davvero tanto. Mi ha dato sempre più fiducia, anno dopo anno. Con lui è nato un rapporto speciale, che va oltre anche alla pallacanestro».

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Cantù.

Commenta