Giorgio Armani: A Milano essere i primi per affluenza media e correttezza è molto significativo

Giorgio Armani: A Milano essere i primi per affluenza media e correttezza è molto significativo

Armani rilascia una lunga intervista a Il Corriere del Mezzogiorno in cui parla della sua passione per la pallacanestro: E’ uno degli sport di squadra che preferisco. Una passione che nel 2008 è diventata un impegno. Quando il 27 giugno 2014 abbiamo vinto lo scudetto ho provato una delle emozioni più forti della mia vita

Giorgio Armani, patron dell’ AX Armani Exchange Milano, ha rilasciato una lunga intervista a Il Corriere del Mezzogiorno Campania nella giornata di giovedì.
Armani ha parlato a lungo anche del suo rapporto con la pallacanestro.

Perché il basket.

E’ uno degli sport di squadra che preferisco. Una passione che nel 2008 è diventata un impegno, che mi ha fatto conoscere il grande cuore dei tifosi e la loro infinita pazienza. Quando decisi di rilevare la squadra, dopo averla sostenuta qualche anno come sponsor, feci la promessa di riportarla in cima alla classifica italiana. Ci sono voluto otto anni di interventi, strategie, fiducia, per riportare al successo quella che oggi è l’AX, la squadra più seguita, più amata, più titolata del basket italiano. Tutto questo grazie all’energia ed alla determinazione del presidente Livio Proli. Quando il 27 giugno 2014 abbiamo vinto lo scudetto ho provato una delle emozioni più forti della ia vita.

Giovani e pubblico Olimpia.

Con la collaborazione di Livio Proli, che ha creduto molto nell’importanza del rilancio del settore giovanile, dal 2009, con l’Armani Junior Program riusciamo, ogni anno, a far avvicinare all’Olimpia ed al basket 50.000 ragazzini e con l’iniziativa “Io Tifo Positivo” proponiamo ai giovani un modello sostenibile di tifo. Mi piace anche ricordare che il 40% del pubblico dell’Olimpia è femminile. Credo che questo contribuisca a creare un clima entusiasta e vivace alle partite. Proprio l’anno scorso l’Olimpia ha vinto la Coppa Disciplina e il fatto di essere primi per affluenza media e al tempo stesso per correttezza è molto significativo”.

Commenta