Angelo Passeri: Diciamo che proprietaria diverrebbe la Tutti Insieme Cantù

Angelo Passeri: Diciamo che proprietaria diverrebbe la Tutti Insieme Cantù

Il presidente Tic parla della trattativa per l'acquisizione di Acqua S. Bernardo Cantù: Posso confermare che al momento il nostro ruolo è quello principale. Non è facile avere a che fare con Gerasimenko

Angelo Passeri è presidente di Tic, Tutti Insieme Cantù Srl, e su La Provincia parla del progetto di acquisizione di Acqua S. Bernardo Cantù: «Premesso che ci riserveremo di parlare solo a cose fatte, posso confermare che al momento il nostro ruolo è quello principale e che facciamo da tramite con il (possibile) investitore americano. Siamo il veicolo identificato per poter far da ponte in questa operazione. Il soggetto che “sposta” gli equilibri in questi tempi ristretti che abbiamo».

Dunque, sarà Tic a controllare il club in caso di acquisizione: «Diciamo che proprietaria diverrebbe la Tutti Insieme Cantù».

La trattativa non è stata semplice: «Soprattutto quest’ultimo è stato un periodo di grande stress perché non è facile avere a che fare con lui. Oltretutto siamo una parte coinvolta a livello emotivo poiché per tutti noi la Pallacanestro Cantù è una passione, una fede, un amore e non si riesce a viverla distaccato come fosse una normale trattativa commerciale».

Commenta