Andreas Zagklis: Pronti al confronto con EuroLeague, le finestre parte di un progetto più grande

Andreas Zagklis: Pronti al confronto con EuroLeague, le finestre parte di un progetto più grande

Il nuovo segretario generale della FIBA parla anche della candidatura dell'Italia ad Eurobasket 2021: E' parte stabile e importante del nostro movimento

Presso la House of Basketball di Mies, Svizzera, Sportando ha incontrato unitamente ad altri organi di informazione europei il nuovo segretario generale della FIBA, Andreas Zagklis. E’ il primo confronto con la stampa di settore per il successore di Patrick Baumann.

Ecco solo alcuni passaggi chiave dell’intervista, in attesa della stesura definitiva.

SULLE FINESTRE FIBA

«Sono solo una parte di un format più complesso, che prevede un’esposizione mediatica regolare e superiore per le nazionali, con gare in casa e in trasferta. Tutto questo allargando la partecipazione a molte più selezioni. Le nazionali sono il centro del movimento, top di audience in molti paesi, e questo garantisce sinergia con le leghe stesse, con effetti a cascata. Tuttavia non abbiamo tabù nel discutere la formula».

SUI RAPPORTI CON EUROLEAGUE

«Vogliamo un rapporto professionale, non siamo contrari ad alcun dialogo. Noi vogliamo difendere le leghe nazionali e il criterio sportivo. Si è parlato comunque troppo, non credo che certe situazioni vadano discusse sui media. Crediamo che il basket necessiti di bilanciamento: tra le volontà dei top team, i calendari dei club e i calendari delle nazionali. Abbiamo rispetto dei top club, che portano sponsor e investimenti, ma anche della base, che è motore del movimento perchè produce giocatori».

SULLA CANDIDATURA ITALIANA ALL’EUROBASKET 2021

«Non è una decisione che spetta a me, ma ad un board apposito. C’è una candidatura da presentare, e una commissione che deve esprimersi. Quel che posso solo dire, è che l’Italia è una realtà stabile e storica del nostro movimento».

Commenta