Andrea Meneghin parla del libro di Paolo Ghisoni “La Giovane Italia – Gli Under 19 in cui crediamo”

Andrea Meneghin parla del libro di Paolo Ghisoni “La Giovane Italia – Gli Under 19 in cui crediamo”

Meneghin presenta il libro di Paolo Ghisoni sugli Under 19 italiani

Andrea Meneghin e’ come papa’ Dino. Prendere o lasciare. A volte pensi si stia cazzeggiando e ti arriva la reprimenda. Altre pensi si stia parlando seriamente, e , nel pieno dell’argomento, ti butta giu’ il telefono. Lo cerchi tre ore. Niente. si cancella anche dalla chat comune. Pensi. Cosa caspita avro’ detto di sbagliato? Rimugini per ore. Ingurgiti una tisana rilassante. E poi, quando Morfeo (non il calciatore…) ti sta avviluppando con le sue calde braccia, ecco il vocale del Menego!. ” Ohhhh, fesso, sto scherzando…!. chiamami domani..”

Ecco, con questo tenore di lavoro, l’approccio non sara’ mai tale. Ma un flusso ondivago di informazioni legate alla “pancia” del personaggio. Che magari si assenta per lunghe ore. Ma che poi riappare “rafficandoti” addosso il suo amore viscerale per la pallacanestro.

” Ho accettato la proposta “spettacolare” di Paolo Ghisoni solo per amore dei ragazzini. Adoro allenarli, vederli crescere, migliorare come giocatori ma soprattutto come persone. L’impatto quotidiano e’ fondamentale. Ti fanno sentire realizzato perche’ stai trasferendo loro parte del tuo vissuto. Quando e’ arrivata l’idea di raccontare non solo i “tuoi”, quelli che vedi sul campo, ma anche quelli di tutta Italia, ecco che e’ scattata la molla, Perche’ non dare visibilita’ e merito ai “nostri”, per bilanciare in parte un’ondata esterofila spesso poco “ragionata” e piu’ improntata all’improvvisazione?.

Niente da eccepire. la parte calcistica , nel 2011, dopo i disastri del Sud Africa, era nata proprio con questa volonta’. Ripartiamo da noi stessi. Non serve la liberazione endemica da straniero. Perche’ alla fine, si puo’ solo peggiorare.. ma va???

“Credo sia anche uno stimolo per i ragazzi vedersi raccontati. Si da consapevolezza ai loro mezzi. Cosi come ho saputo vincere io le mie ritrosie iniziali, devo essere anche loro ad andare “oltre” queste colonne d’Ercole. Avere obiettivi, essere coinvolti, meritarsi la visibilita’, facendo aprire occhi e orecchi a dirigenti che devono forzatamente accorgersi che in casa nostra il talento, al maschile e soprattutto al femminile, non manca. In pratica, come e’ successo al sottoscritto. Ho talmente rotto i m….. i con le mie performance, che si’ e’ dovuto investire sul mio futuro…”

Tutto bene quindi? Si, fino ad un certo punto. perche’ “Il Menego” il sassolino nella scarpa se lo toglie. “Ghisoni e Schisano sono il peggio che mi sia potuto capitare. Messaggi nel cuore della notte, richieste di contatto, schede con profili da compilare legati a dettagli che reputavo inicqui…Che due rompiballe oh.! La Giovane Italia 2019-20 la faranno con la mia segretaria..”

 

Qui il link per acquistare il libro

Commenta