Andrea Conti: Tre quarti molto opachi per Moore, dal play titolare ci aspettiamo un po’ di più

Andrea Conti: Tre quarti molto opachi per Moore, dal play titolare ci aspettiamo un po’ di più

Conti non ha comunque nulla da rimproverare alla squadra: Abbiamo giocato una buona partita su un campo difficile con il pubblico che si è fatto sentire nel finale

Andrea Conti non ha nulla da rimproverare alla Openjobmetis Varese che è caduta in volata sul campo della Happy Casa Brindisi .
Queste le parole del GM a La Prealpina.

“Alla squadra c’è poco da rimproverare: abbiamo giocato una buona partita su un campo difficile con il pubblico che si è fatto sentire nel finale. Hanno deciso le giocate di qualità degli elementi di esperienza dell’Happy Casa; il canestro di Chappell è tutto merito suo perché era marcatissimo, forse l’episodio che ha girato la partita è stata la tripla del meno 1 di Moraschini, ma abbiamo interpretato la partita nel modo giusto e non ho nulla da dire ai ragazzi” ha detto il dirigente biancorosso. Ci è mancato un pò Ronnie che al di là dell’ultimo errore ha giocato tre quarti molto opachi, subendo Moraschini ma anche Zanelli; dal play titolare ci aspettiamo un po’ di più, mala squadra ha prodotto e giocato bene. Siamo sempre Varese con il nostro budget, abbiamo giocato una partita di spessore ma per vincere in trasferta su questi campi servono le giocate di qualità ed esperienza che non ci sono riuscite”.

Commenta