Andorra piega la Virtus 93-79, secondo ko stagionale per Djordjevic

Andorra piega la Virtus 93-79, secondo ko stagionale per Djordjevic

La Virtus crolla ad Andorra

Seconda sconfitta stagionale per la Virtus Bologna, che dopo Patrasso cade ad Andorra contro un’ottima e cinica Morabanc. I padroni di casa partono fortissimo (14-0) ma si lasciano riacciuffare e superare per la prima volta al termine della terza frazione. Nell’ultimo quarto i padroni di casa comandano il gioco (30-10) e si aggiudicano il match 93-79. Sugli scudi Massenat, Hannah (9 punti e 13 assist) e Sy per i padroni di casa, non bastano Gaines e Gamble a Bologna. Per Teodisc 19 nei primi due quarti, poi non entrato nel secondo tempo.

Ottimo avvio per Andorra e pessimo invece quello delle Vu Nere: 14-0 impressionante a favore dei padroni di casa dopo i primi 4′ di gioco. Letteralmente, una pioggia di triple, la formazione spagnola ha “sparato” cinque triple e non vuole saperne di fermarsi. Sy è in doppia cifra da subito, grazie al 3/3 dall’arco, ma tutti nella squadra di coach Navarro hanno le mani bollenti. Djordjevic prova a cambiare qualcosa mettendo nella mischia Teodosic e Gamble, che hanno da subito un forte impatto sulla gara. Milos si carica i bianconeri sulle spalle e la Virtus torna a -5 sul 25-20. La prima frazione termina 27-22, incredibilmente Bologna è solo a -5 dopo l’impressionante partenza di Andorra.

I primi minuti del secondo quarto seguono la falsariga del primo, parziale interno 10-0 rapidissimo e Andorra sale a +15. Salgono in cattedra Baldi Rossi e Cournooh, parziali esterno 6-0 per Bologna che prova nuovamente a ricucire ma i padroni di casa conducono 39-28 al giro di boa. Le percentuali al tiro da tre punti descrivono perfettamente la partita: 7/10 per Andorra e 4/15 per la Virtus. Musli grazia le Vu Nere in un paio di occasioni sbagliando da un metro, ma qualche errore di troppo di Gaines favorisce il nuovo +15 (43-28). L’orgoglio dei bianconeri non si mette in dubbio, il duo serbo Teodosic-Markovic ingrana la sesta e nuovamente i felsinei ricuciono a 5 punti di distacco (2-12 il parziale). Si chiude il primo tempo 52-44.

A differenza dei due quarti precedenti, il terzo periodo non è caratterizzato da parziali e contro-parziali. La Virtus ha un atteggiamento diverso, Djordjevic da grande fiducia a Baldi Rossi e Pajola che non lo deludono. Andorra, rispetto al primo tempo, fatica di più in fase offensiva, Bologna invece sale di giri. Sul 66-63, Cournooh centra il bersaglio da fuori e così anche Baldi Rossi al termine della terza frazione. Si va al quarto periodo sul 66-69, per la prima volta la Virtus è davanti.

Pessima ultima frazione della Virtus, che getta tutto alle ortiche. Massenat entra in modalità killer, Teodosic non si vede sul parquet e per le Vu Nere sono guai. Adesso la squadra di coach Djordjevic pensa a difendere il +15 dell’andata, sul 87-75 Gaines manda a bersaglio una tripla molto pesante per quanto riguarda il doppio confronto. Termina 93-79, la Virtus perde ma riesce almeno a difendere il +15 dell’andata.

Commenta