Alvin Gentry su Anthony Davis: Vicenda tossica per tanti, è stato vittima di cattivi consigli

Alvin Gentry su Anthony Davis: Vicenda tossica per tanti, è stato vittima di cattivi consigli

Il coach dei Pelicans dopo le dimissioni di Magic Johnson: Due ragazzi hanno perso il lavoro, uno è stato licenziato e l'altro si è dimesso. Mai vista una ricaduta simile

Il coach dei New Orleans Pelicans , Alvin Gentry, è tornato sulla vicenda Anthony Davis, peraltro seduto in abiti civili in fondo alla panchina nel ko con i Golden State Warriors .

«Non ho mai visto una vicenda così tossica, per due team, per due ragazzi. Uno ha perso il lavoro e l’altro si è dimesso. Quindi no, in 31 anni di carriera non ho mai assistito ad una ricaduta simile».

I «due ragazzi» cui Gentry si riferisce sono l’ex GM dei Pelicans Dell Damps, licenziato a metà febbraio una volta passata la dead-line di mercato, e il presidente dei Los Angels Lakers Magic Johnson, dimessosi nella notte.

In merito ai Los Angeles Lakers: «Non so cosa possa accadere in quella organizzazione. Abbiamo altro a cui pensare. Le dimissioni di Magic sono una sorpresa? Sì. Ne conosco i motivi? Questa è cosa nota solo a Magic».

Su Anthony Davis: «E’ un grande giocatore. Ovviamente è un grande giocatore. E’ stato sei volte All-Star, ha talento e i numeri per ripartire. E’ anche un bravo ragazzo, solido, penso che sia stato vittima di cattivi consigli. Lo sapete, io dico sempre la verità, quello che penso.

In merito al possibile arrivo di Danny Ferry come GM: «Non importa, non posso parlare di quello che non posso controllare».

Commenta