Al Poderosa Caffè la “prima” di Riccardo Cortese

Al Poderosa Caffè la “prima” di Riccardo Cortese

Presentazione ufficiale per il nuovo giocatore di Montegranaro.

Tempo di presentazione per il secondo volto nuovo del mercato autunnale della XL EXTRALIGHT®. Al Banco Marchigiano di Civitanova Marche, per il Poderosa Caffè, oggi ha fatto la sua prima uscita in gialloblu Riccardo Cortese.

«Ho trovato una squadra che mi ha accolto subito molto bene, con ragazzi preparati e di qualità anche nei più giovani – ha evidenziato l’ala ex Udine – la scelta di Montegranaro è stata dettata dal fatto che fosse una piazza che parla da sé, in particolare per le ultime annate fatte dal team. Vengo da un anno e mezzo non di grande spessore da parte mia, stava scivolando via tutto in maniera molto triste a Udine, quindi avevo bisogno di un riscatto, ritrovando serenità. E qui la sto già ritrovando».

Cortese si è già messo a disposizione di coach Ciani da lunedì, aperto ad ogni possibilità a livello tattico. «Sono pronto a tutto, che sia da 2 o da 3 per me non fa differenza, vedremo anche in relazione ad Aaron – ha aggiunto il giocatore nativo di Cento – abbiamo preparato parecchie cose questa settimana, magari non molto nel dettaglio ma ci arriveremo. Penso di essere un giocatore che si adatta bene a vari ruoli».

Il nuovo giocatore gialloblu non crede la Poderosa meriti il terzultimo posto. «Èstato un girone di andata sfortunato – ha evidenziato Cortese – ho visto una squadra viva e anche per questo sono voluto venire qua. La squadra ha sempre lottato, ha perso male solo contro di noi a Udine. È mancata la fortuna e qualche dettaglio. 2-4 punti in più non sarebbero stati una bestemmia, dobbiamo salire nel girone di ritorno a partire da domenica contro una squadra esperta come Imola».

Cortese ha scelto il numero 13. «Era il numero di mio padre quando giocava, ho avuto sempre il 13 o l’8 – ha confessato il neogialloblu – ho riflettuto un po’sull’opportunità di cambiarlo visto come sono andate le cose nell’ultimo anno e mezzo però alla fine ho deciso di andare avanti così».

Commenta