Agrigento, che beffa: Latina la spunta all’overtime (94-89)

Agrigento, che beffa: Latina la spunta all’overtime (94-89)

La Fortitudo conduce per quasi tutto il match ma subisce una rimonta rocambolesca nel finale

Latina ritrova Patrick Baldassarre e la vittoria infliggendo ad Agrigento la sua seconda sconfitta consecutiva (94-89 dopo un overtime). La squadra di coach Ciani ha fatto la partita per quasi tutti i tempi regolamentari, prima di subire una rimonta inaspettata all’ultimo respiro.

Alla Fortitudo non basta un Jalen Cannon molto ispirato (32 punti), né un Giacomo Zilli particolarmente vivace e combattivo nella ripresa (17 punti, 10 rimbalzi). La Latina Basket si coccola un Andrew Lawrence finalmente decisivo (26 punti). Oltre ai 20 punti di Agustin Fabi, è stato molto importante l’impatto sia tecnico che emotivo di Baldassare nel finale, oltre a un Riccardo Tavernelli nelle vesti di uomo della provvidenza.

Dopo un primo tempo chiuso dagli ospiti avanti sul 39-42, Agrigento conduce autorevolmente l’incontro fino alla metà dell’ultimo quarto (65-71, -5’03”), per poi dover incassare il primo vantaggio pontino, siglato dai canestri di Baldassare, Lawrence e Allodi (77-73, -2’09”). Dopo aver reagito e trovato sorpasso e allungo a cronometro fermo con Ambrosin e Bell (79-82, -11”), Latina riesce a mandare la partita ai supplementari grazie a un canestro con libero aggiuntivo a dir poco rocambolesco di Tavernelli, proprio sulla sirena. All’OT, Agrigento accusa il contraccolpo psicologico e vede Latina scappare sul 91-85 (-2’11”). Riportatasi sul -2 (91-89, -1’32”), Agrigento non segna più e vede la partita scappare via coi viaggi in lunetta di Fabi per il 94-89 finale.

[pb-game id=”404548″]

Commenta