Acqua S. Bernardo Cantù, la fumata con Brienza è sempre più nera. Diana in corsa?

Acqua S. Bernardo Cantù, la fumata con Brienza è sempre più nera. Diana in corsa?

Quattro club interessati al coach canturino, la società lavorerebbe già alla successione con un nome pesante

Il futuro di Nicola Brienza si tinge sempre più di giallo. Secondo quanto appreso da Sportando la trattativa con Acqua S. Bernardo Cantù sarebbe prossima alla definitiva fumata nera.

Un vero colpo di scena, visti i primi più che positivi contatti avviati più di un mese fa tra le parti, a stagione in corso, con il club convinto nell’offrire al coach le chiavi dell’era post-Gerasimenko in piena collaborazione con un fiorente settore giovanile.

Ma nelle ultime settimane qualcosa è cambiato. Radiomercato ha iniziato a battere il nome di Pino Sacripanti, voce non confermata, mentre gli ottimi risultati della squadra addensavano interessi sul coach canturino classe 1980.

La Provincia ha riportato le mire di Alma Trieste, Grissin Bon Reggio Emilia e VL Pesaro, ma anche Dolomiti Energia Trento avrebbe sondato la situazione secondo quanto riferito a Sportando. Situazione comunque in divenire quella del club retto dal GM Salvatore Trainotti, impegnato nei quarti di finale playoff con Umana Reyer Venezia, e destinato ad una serena valutazione del futuro solo a stagione conclusa.

Quel che resta è il quasi certo addio di Nicola Brienza ad Acqua S. Bernardo Cantù, probabilmente in cerca di maggiore stabilità. Il club comasco valuta con serenità le alternative, Andrea Diana è la prima scelta, con un biennale già sul tavolo.

Commenta