ACB #24 – In Spagna? Conta solo il Clasico! E la gente dimentica quanto ha vinto Laso

Foto: Liga ACB V. Carretero
Foto: Liga ACB V. Carretero

Sesta vittoria nelle ultime otto partitissime per i blaugrana, che confermano l'annata positiva. Ma storcere il naso sul tecnico dei Blancos è da brividi

Ventiquattresima giornata di Liga ACB e luci ovviamente tutte incentrate sul Clasico. Supersfida tra Real Madrid e F.C. Barcelona a tinte blaugrana (76-82). Merito della prova super di Thomas Heurtel (15 punti con un solo errore dal campo, 6/7) che permette ai catalani di avere nuovamente due partite di margine sui “Blancos”. Emblema del Clasico? Il time out di Pablo Laso che, dopo un parziale di 0-11 non le manda a dire per la mancanza di energia. Ma il coach del Madrid non è immune da critiche. Già, perché puoi anche vincere due EuroLeague, quattro campionati, cinque Cope del Rey, 5 Supercoppe di Spagna, ma se perdi sei degli ultimi otto Classici la gente guarderà soltanto quello. Meriti a Svetislav Pesic, che ha saputo riportare il Barça in alto, ma da qui a criticare Laso ce ne passa.

 

Dietro? Perde anche il Baskonia caduto di misura sul campo del Tecnyconta Zaragoza . Ma a preoccupare maggiormente è la crisi apparentemente senza fine dell’ Iberostar Tenerife che incappa nella quinta sconfitta consecutiva. Chi pensava che il Delteco GBC fosse occasione giusta per risollevarsi si è sbagliato. Squadra condannata dalle percentuali, impossibile vincere con il 18% da tre punti e il 53% ai liberi. La Champions League consola la squadra di Txus Vidorreta, ma il momento in Spagna è da prendere in esame seriamente.

 

Anche perché si riapre completamente il discorso playoff, lì dove entrano anche MoraBanc Andorra e Saragozza che con due vittorie agganciano l’ottavo posto. La squadra di Michele Vitali rifila quasi 100 punti a Gran Canaria : l’ex Brescia vive una domenica tranquilla (7 punti in venti minuti) mentre a prendersi la scena è Dylan Ennis con 23 punti e un travolgente 6/7 con i piedi oltre l’arco. 110, invece, sono i punti subìti dall’ Estudiantes di Alessandro Gentile : che, come Vitali, ne segna soltanto 7 mentre tutta la difesa vive un’altra domenica più che mai complicata.

 

 

[pb-game id=”400582″]

[pb-game id=”400578″]

[pb-game id=”400577″]

[pb-game id=”400581″]

[pb-game id=”400576″]

[pb-game id=”400579″]

[pb-game id=”400580″]

[pb-game id=”400574″]

[pb-game id=”400575″]

Commenta