ACB #22 – Gentile trascina l’Estudiantes, Vitali e Andorra rimonta da sogno. E rinasce Gran Canaria

Foto: Liga ACB E. Candel
Foto: Liga ACB E. Candel

Davanti vincono le prime cinque della classe, mentre Tenerife conferma la sua crisi: dopo la vittoria sul Barça, tre sconfitte di fila

Ventiduesima giornata di Liga ACB, con pochi scossoni in vetta alla classifica ma con tanto da raccontare. I temi caldi? Alessandro Gentile miglior marcatore di giornata e Michele Vitali protagonista con Andorra di una clamorosa rimonta. Ma partiamo dall’alto. Innanzitutto vincono sei delle prime sette. E la sconfitta di Badalona (nonostante un Nicolas Laprovittola da 23 punti) è solo perché il D.S. Joventut ha affrontato il Real Madrid . Prime cinque tutte da vittorie nette, in casa F.C. Barcelona spiccano le prestazioni dei quattro tenori, con Pau Ribas perfetto dall’arco (5/5) e Ante Tomic decisivo sotto i tabelloni (8 punti e 13 rimbalzi).

 

Ma si parlava di italiani, così giusto celebrare i nostri talenti nella penisola iberica. Estudiantes conferma il suo fattore casalingo trovando la quinta vittoria consecutiva davanti al pubblico amico. Battuta nettamente Tecnyconta Saragozza anche grazie ai 25 punti di Alessandro Gentile. Con lui anche Dario Brizuela , autore di egual performance offensiva. AleGent ad attaccare il canestro, Brizuela capace di aggiungere pericolosità oltre l’arco (per una squadra che tira con il 46% da tre, 11/24) e il gioco è fatto. E Michele Vitali ? Segna 8 punti, vero, ma la sua MoraBanc Andorra trova una clamorosa rimonta contro Fuenlabrada . Sotto di dodici punti a cinque minuti dalla fine, Dylan Ennis trova i liberi del sorpasso a due secondi dalla fine.

 

E per chiudere il derby tra Gran Canaria e Iberostar Tenerife che vede risorgere i primi e manda definitivamente in crisi i secondi. Prima vittoria esterna in campionato per i ragazzi di Victor Garcia, che espugnano Tenerife… da fermi! 12/12 ai liberi per Clevin Hannah e 6/6 per Xavi Rabaseda e così poco importa se le percentuali dal campo sono peggiori rispetto a quelle dell’Iberostar. Che, dopo aver battuto il Barça, ha perso le successive tre partite. Dal grande sogno al grande incubo.

 

[pb-game id=” 400561″]

[pb-game id=” 400564″]

[pb-game id=” 400557″]

[pb-game id=” 400558″]

[pb-game id=” 400559″]

[pb-game id=” 400562″]

[pb-game id=” 400560″]

[pb-game id=” 400563″]

[pb-game id=” 400556″]

Commenta