Abrines: “Noi sportivi siamo persone normali, il denaro non conta nulla”

Abrines: “Noi sportivi siamo persone normali, il denaro non conta nulla”

Emotiva intervista dell’ex Thunder a Movistar: l'oggi giocatore del Barcellona ha raccontato la sua depressione e l'aiuto ricevuto da Russell Westbrook.

Nel corso di un’intervista con Basket en Movistar+, il giocatore del Barcellona Alex Abrines ha parlato a lungo delle sue difficoltà fuori dal campo, che ne hanno chiuso l’esperienza NBA con gli Oklahoma City Thunder negli scorsi mesi, e del supporto ricevuto dall’ex compagno Russell Westbrook.

“È una bella persona” ha detto, riferendosi all’oggi giocatore dei Rockets. “Mi è sempre stato vicino, restando in contatto quando mi sono allontanato dalla squadra e dandomi il suo supporto incondizionato. Noi atleti siamo persone normali, ma sottoposti a una pressione superiore alla media. Quando non vivi una situazione del genere, non puoi comprenderla: è un tipo di dolore diverso, che non può essere curato come un infortunio fisico, ma parlandone con professionisti, amici e famiglia. Alla fine il denaro non è la cosa più importante. Finché non ti accade qualcosa del genere, non ti rendi conto di come in realtà non ti importi nulla dei soldi”.

Commenta