A Houston tornano a brillare gli Splash Brothers, Golden State vola in finale a Ovest

A Houston tornano a brillare gli Splash Brothers, Golden State vola in finale a Ovest

113-118 il finale: senza Durant e Cousins gli Warriors costruiscono la gara perfetta con le due stelle del primo titolo

I Golden State Warriors sono i primi finalisti a Ovest. Per la quinta volta in fila. Ed è un capolavoro per Steve Kerr e i suoi ragazzi, per la ventesima consecutiva capaci di ottenere un successo in trasferta. Arriva in gara-6, a Houston, e il finale è 113-118.

Fine della corsa per James Harden e gli Houston Rockets . Nella gara senza domani i padroni di casa sono a lungo con la testa in avanti dopo un parziale negativo nel secondo quarto. Il «barba» chiude con 35 punti, 8 rimbalzi, 5 assist e 4 palle rubate, Chris Paul comanda la truppa nel parziale del terzo quarto e manda a referto 27 punti, 11 rimbalzi e 7 assist. Ma il momento chiave, sull’89-82, passa per una tripla rifiutata da PJ Tucker in transizione.

D’altronde, nell’aria, Golden State fiuta l’impresa. Senza Kevin Durant, che viaggiava ai margini dei 40 punti a gara. Senza DeMarcus Cousins, fondamentale quando nel momento chiave Clint Capela conquista due carrambole che potevano fare male. Senza i punti nel primo tempo di Stephen Curry , per la seconda volta in carriera nei playoff.

Eppure, appunto, i Warriors sono sempre lì, e alla fine le congiunzioni negative si devono dissipare per chi ha vinto tre degli ultimi quattro titoli Nba. Il resto è storia: punteggio di nuovo in parità a cinque minuti dalla fine, sorpasso ospite a 3.30, quindi James Harden commette fallo in attacco smanacciando Draymond Green e Stephen Curry capitalizza un secondo tempo pazzesco, il migliore in carriera nei playoff, chiudendo con 33 punti. Prima della girandola dalla lunetta, è di Klay Thompson la tripla che mette la gara, e la serie, nel ghiaccio.

Tra Golden State e Houston, ancora una volta, a ridere sono i Warriors. Nel segno «classico» degli Splash Brothers. Ora bisogna solo attendere il prossimo avversario, Denver o Portland?

[pb-game id=”415065″]

Commenta