Punter chirurgico nel finale regala la partita alla Virtus: battuta Reggio Emilia 81-69

Punter chirurgico nel finale regala la partita alla Virtus: battuta Reggio Emilia 81-69

Nel finale punto a punto trova il successo Bologna, terza sconfitta consecutiva per Reggio Emilia

L’ultimo match di Natale vede la Virtus Bologna vincere, davanti a più di 7.000 spettatori, nel derby contro Reggio Emilia con il punteggio di 81-69. Padroni di casa in vantaggio praticamente per 40′, ma nel finale a 2′ dal termine le sorti dell’incontro ancora non erano scritte sul 69-69. In soli due giri di orologio, 12-0 decisivo che ha definitamente consegnato il successo ai bianconeri che tornano alla vittoria dopo due sconfitte. Reggio perde invece la terza consecutiva, restando così nei piani bassi della classifica. Da evidenziare le prestazioni di Punter (21 punti) e Taylor (19 punti e 8 assist), ai biancorossi non bastano Allen (18 punti) e Rivers (14 punti).

Palla due vinta da Bologna e primi due punti della partita trasformati da Kevin Punter. Cournooh con un libero scrive 3, ma Rivers e Allen fissano il sorpasso esterno sul 3-5. I bianconeri sono da subito molto prolifici in attacco, 12-2 il parziale in 3’grazie alle triple di Cournooh e Punter. Cagnardi è costretto a chiamare time out a metà della prima frazione, ma Reggio continua a faticare. Allen e Aguilar trovano il fondo della retina con i piedi oltre l’arco ed è 19-13. L’inerzia è però dalla parte dei padroni di casa, Baldi Rossi manda a bersaglio una tripla e Cappelletti appoggia dopo aver “scippato” Allen chiudendo 28-15 il primo quarto.

Inizio molto positivo per la Grissin Bon nel secondo quarto, Ortner e De Vico bissano un break di 8-0 portando i biancorossi a -7 (28-21). I bianconeri rispondono immediatamente con Kravic e la tripla di Cournooh salendo a 35 e lasciando Reggio a 25 dopo 5’. Candi realizza dal pitturato, Rivers ne fa 3 e Llompart spara dall’arco: 8-0 biancorosso che porta la Reggiana a -3 (35-32) e costringe Sacripanti al time out. Al rientro, grande equilibrio in campo. Stupenda giocata da highlights l’alley-oop di Taylor per Kravic dopo la stoppa di M’Baye. Llompart trascina i suoi mantenendo Reggio a stretto contatto e quando suona la seconda sirena il tabellone indica 41-40 con l’appoggio finale di Allen.

Polveri bagnate da entrambi i lati al rientro in campo per il terzo periodo. Il match prosegue in equilibrio, seppur con Bologna sempre con la testa avanti il divario tra le due squadre è sempre di uno massimo due possessi. I due attacchi si sono evidentemente spenti, 12-9 il parziale dopo 8 giri di orologio. Allen segna dall’angolo e nell’altra metà campo Kravic inchioda dopo la solita alzata di Taylor. Termina 57-52 la terza frazione, non entusiasmante.

Le schiacciate di Kravic e Taylor aprono le danze nella quarta ed ultima frazione. La Virtus si affida tanto al suo centro serbo-canadese che è una mina vagante nel pitturato. Rivers segna da due, poi De Vico scocca una freccia dai 6.75m che fa centro ed è 65-59. Taylor segna un jumper dalla media, ma le triple di Candi e Allen impattano 67-67 quando mancano 2’al termine della partita. Punter e Rivers si rispondono da due, ma il numero 0 bianconero manda a bersaglio due “bombe” consecutive che ammazzano la partita nel finale. In 1’, la Virtus si è costruita un vantaggio di 10 punti e mette la partita in archivio. La schiacciata di M’Baye scrive la parola fine: 81-69 per i bianconeri che tornano al successo.

(Foto Bianca Costantini)

 

 

 

 

 

 

 

Commenta